Sul palco del Verdi il dramma dei desaparecidos

Dopo una tre giorni intensa di teatro, tra le poche sale che ripartono in piena attività, spicca il Teatro Libero dove, già da questa sera, Massimiliano Cividati della compagnia Aia taumastica, nei panni dell’autore e dell’interprete, presenta «Ghiaccio-La leggendaria spedizione di Shackleton al Polo Sud». Al Teatro Verdi mercoledì saranno gli artisti de La casa dei racconti a dare vita a «Tango» di Francesca Zanni; attraverso un’intesa riflessione teatrale saranno Crescenza Guarnieri e Rolando Ravello a fare respirare il dramma ancora vivo dei desaperecidos in Argentina. Con «Le Milanesi in nero», al Teatro della Memoria da venerdì si affronta sulla scena il traumatico evento del lutto. Domenica al Teatro Studio Frigia Cinque la compagnia Terra di Nod mette in scena «Happy hour» uno spettacolo che smaschera la solitudine di persone che si ostinano a stare insieme per chissà quale diabolico patto di convivenza, prendendo in esame quattro esempi di umanità alla deriva.