Sul satellite dei bambini arriva DeAKids

Da oggi la piattaforma Sky ospita il canale De Agostini dedicato all’«edutainment», educazione e intrattenimento

da Milano

Un canale che intende educare mentre intrattiene. Si chiama edutainment la filosofia che sta alla base di DeAKids, la rete tematica con cui il gruppo De Agostini entra nella tv satellitare. Il nuovo prodotto, in onda da oggi sul canale 601 di Sky, è dedicato ai bambini tra i 6 e i 12 anni. Sì, perché proprio i canali per bambini sono il banco di prova e il cuneo per entrare nel mondo della televisione. E De Agostini, che ha una lunga tradizione di prodotti per i ragazzi, si lancia in una nuova avventura su una piattaforma tecnologica diversa. Con l’intenzione di differenziarsi dalle altre numerose proposte grazie alla linea educativa.
DeAKids viene trasmesso 24 ore al giorno (non se ne capisce il motivo a me che non ci sia in Italia una forte incidenza di bambini che soffrono d’insonnia) e offre ai piccoli telespettatori animazione, live action e produzioni originali. «La nostra offerta - spiega Maria Cristina Crocetti, channel manager dei canali digitali di De Agostini - si basa sul recupero del valore narrativo (con storie scritte da grandi narratori), sulla trasmissione di valori, e sul posizionamento del bambino al centro della nostra attenzione dal punto di vista umano e culturale». Punto di forza della programmazione sono le produzioni originali, che «rafforzano l’identità italiana del canale». Fra i programmi di «edutainment» (il 30 per cento del totale) saranno trasmessi Robbie ragazzo spaziale, Cyberchase e Animalia; per l’animazione grandi classici del cartone animato come Heidi e Ape Maia. Come produzioni The Band (telefilm ironico su ragazzi che suonano in un gruppo musicale) e Diari Kids (bambini che raccontano paure e gioie), prodotti da Magnolia.
Per Pietro Boroli, presidente di De Agostini Editore, «lo sviluppo di canali tematici, coerenti al nostro posizionamento editoriale, sottolinea la voglia del gruppo di essere editori aperti all’innovazione». DeAKids è il primo passo per il lancio di nuovi canali tematici: il prossimo si posizionerà nell’area dei documentari, poi, se tutto andrà bene, ne sono in previsione altri tre o quattro.