Sulla nuova arca di Noè gli animali ballano il soul

Carina l’idea di volgere il diluvio universale in salsa animata, con questo cartone, che non ha né l’animazione sofisticata in 3D, né il tono cucciolesco di Disney. E gli animali mantengono un’aria da Libro della giungla. Ma quel qualcosa di familiare delle vicende di Noè, che sulla sua arca ospita una coppia di ogni specie animale, svapora nel «politicamente corretto», con la coppia bestiale gay e quell’invito, troppo insistito, ad andare d’accordo tra diversi, scimmia con cane, pappagallo con rinoceronte e via elencando biodiversità. Divertente, però, quando gli animali ballano I will survive (di Gloria Gaynor), oppure quando arriva il numero della danza maori, in stile All Blacks.
L’ARCA DI NOÈ, di Juan Pablo Buscarini, (Italia-Argentina 2007) 88 minuti