Sulla Rete viaggia la bufala Ecco i consigli per difendersi dalle sorprese

Vacanze e internet. Il legame è sempre più stretto, ma il pericolo è dietro l'angolo. Perché il rischio di essere truffati è alto. Per questo la Polizia postale ha diffuso una guida che aiuta gli utenti a non cadere in trappola.

Il primo passo è utilizzare software e browser completi e aggiornati. Per acquistare in sicurezza è necessario avere sempre a disposizione un buon antivirus, utilizzando sempre l'ultima versione disponibile in modo da non essere esposti alle nuove e sofisticatissime minacce. Molto importante è anche dare la preferenza a siti certificati o ufficiali. In Rete è possibile trovare occasioni super scontate, ma proprio quando un'offerta si presenta troppo conveniente rispetto all'effettivo prezzo di mercato è meglio verificare con altre fonti. Potrebbe, infatti, trattarsi di un falso o rivelarsi una truffa. Un consiglio che naturalmente vale per qualunque transazione sul web.

Prima di completare l'acquisto è fondamentale verificare che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di partita Iva, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l'azienda. Inoltre è sempre bene leggere i feedback pubblicati dagli altri utenti, così come le recensioni presenti sui forum.

Se si sceglie di comprare attraverso tablet o smartphone, il consiglio è quello di utilizzare le app ufficiali, e di dotarsi di una carta di credito ricaricabile. Per completare una transazione sono indispensabili pochi dati: numero di carta, data di scadenza e indirizzo. Se un venditore chiede ulteriori dettagli probabilmente vuole carpire informazioni personali che occorre custodire gelosamente e non divulgare. Così, con queste semplici avvertenze, è possibile fare affari in Rete senza rischiare di perdere tempo, pazienza e denaro.

DU