Sulla ruota di Expo esce la cinquina:

Nuovo passo avanti verso il via all’Expo. Lunedì appuntamento dal notaio per la costituzione della Soge, la società di gestione dell’Esposizione universale 2015. Sono stati indicati tutti e cinque membri del consiglio d’amministrazione: Diana Bracco, Angelo Provasoli (anche se non è ancora ufficiale), Enrico Corali, Paolo Glisenti e Paolo Alli.
E il decreto legge anticrisi varato ieri dal governo “autorizza” anche l’Expo: all’articolo 22 e prevede che la quota di competenza del Tesoro del capitale sociale iniziale di Soge sia di 48mila euro, il 40 per cento del totale (provvederà Fintecna, con successivo rimborso da parte del Tesoro). Comune e Regione parteciperanno con il 20 per cento, Provincia e Camera di Commercio con il 10.
Soddisfatto il sindaco, Letizia Moratti: «Credo che sia importante che ogni ente abbia potuto scegliere il nominativo da indicare e che poi ci sia in assemblea una convergenza sui nominativi che ricopriranno le posizioni di presidente e amministratore delegato. Credo che partendo così partiremo bene». Amministratore delegato e presidente a cui si riferisce il sindaco sono Paolo Glisenti, suo braccio destro, e Diana Bracco, presidente di Assolombarda (indicata nel Cda dalla Camera di commercio. Restano da definire i tre sindaci. Lunedì la società sarà operativa, martedì Moratti e il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, saranno a Parigi per l’assemblea dei 154 Paesi del Bie, dove è atteso anche il ministro degli Esteri, Franco Frattini.
Il ministero dell’Economia ha indicato il nome di Provasoli, rettore uscente dell’Università Bocconi, gradito alla Moratti ed esperto in strategie aziendali. Il nome di Glisenti come rappresentante per palazzo Marino è stato ribadito in giunta e dal sindaco. Enrico Corali è la persona scelta dalla Provincia di Milano come rappresentante nel cda della Soge. Bergamasco, fa parte del consiglio d’amministrazione della Banca Popolare di Milano e del cda di Finlombarda, società della Regione. Sarà Paolo Alli, attuale capo dell’ufficio di segreteria del presidente Roberto Formigoni, il rappresentante della Regione.
Costituito il cda, si sceglierà il presidente. E Filippo Penati insiste: «Il presidente o la presidente dell’agenzia per Expo deve essere l’espressione del governo».