Sulla Salerno-Reggio C. Frana in autostrada: tre morti e quattro feriti «Forse altre vittime»

Capita anche questo. La Salerno-Reggio Calabria ha una brutta fama, ma nessuno poteva immaginare quello che è successo. Un rumore improvviso e poi il muro di sostegno della carreggiata sud che frana. E un furgone che sta passando proprio in quel momento che viene travolto e poi altre auto, terra, lamiere, paura, incredulità. Arrivano per primi i lavoratori dell'Anas, poi i vigili del fuoco e la polizia. Si comincia a scavare. È notte sulla A3 e vicino allo svincolo di Rogliano Grimaldi ci sono luci e sirene, un clima di orrore. Si scava e ciò che si vede non fa sperare. Dalla massa di rena e fango vengono estratti tre corpi senza vita, ma ci sono anche voci e urla di dolore. Qualcuno è ancora vivo. Uno, due, tre, quattro uomini, feriti, gravi, ma vivi. Partono le autoambulanze verso gli ospedali della zona. E si continua a scavare. Forse ci sono altre feriti. Cosa è successo? I vigili dicono che è colpa di questa pioggia che da giorni non smette di scendere. Il terreno non ha retto e si è portato dietro il muro. Quello dell'autostrada, lì dove passano le auto.