Sulla stazione spaziale da oggi sventola la bandiera europea

Con l’aggancio del laboratorio europeo Columbus alla Stazione spaziale internazionale (Iss), l’Agenzia spaziale europea (Esa) diventa comproprietaria dell’impianto orbitale alla pari con Usa e Russia. Costato circa 900 milioni di euro, il Columbus potrà ospitare cinquecento esperimenti ogni anno per dieci anni. È stato realizzato da un consorzio di numerose aziende europee guidate dalla Astrium, e costruito negli stabilimenti di Torino della Thales Alenia Space. Ieri gli americani Rex Walheim e Stanley Love sono usciti all’esterno della stazione per una passeggiata spaziale durata qualche minuto.