Sulle Borse torna il sereno

Wall Street e le Borse europee disinnescano la mina dei 240mila posti di lavoro bruciati in ottobre negli Stati Uniti, dove il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 6,5%, e la trimestrale in rosso di General Motors. Dopo il giovedì di passione, il Dow Jones ha chiuso in rialzo del 2,8% e il Nasdaq del 2,4%. Gli acquisti sui titoli energetici e assicurativi hanno permesso ai listini del Vecchio continente di archiviare la settimana con guadagni superiori al 2%. Unica eccezione Milano, dove il Mibtel non è andato oltre un rimbalzo dell’1,36%. Gli Stati Uniti sono intanto ufficialmente scivolati in recessione: a certificarlo sono gli esperti del Nabe, che prevedono anche una contrazione dell’1% delll’economia nel 2009.