Sulle due ruote gialle oltre 2.700 abbonati

Nato lo scorso 3 dicembre, «BikeMI» (il primo servizio di bike sharing della città) ha festeggiato il primo Natale raggiungendo la quota di circa 2.700 abbonati. Gli utilizzi delle bici hanno superato i tremila prelievi e il sito web (www.bikemi.com) sfiora già le 43mila visite. Continua intanto l'ampliamento del sistema. Le stazioni dedicate sono attualmente 66 con 850 biciclette disponibili (presto se ne conteranno 103 con 1.400 bici) posizionate in prossimità dei punti più attrattivi di Milano: le stazioni ferroviarie, le università, gli ospedali, i luoghi di interesse turistico, le fermate della metropolitana. L’obiettivo del Comune a regime è di dotare la città di 5mila bici e 350 stazioni estese su tutto il territorio. L'ultima aperta è la numero 51, Santa Maria delle Grazie, che si trova in via Ruffini. Ha 24 stalli e in media 14 bici. Al servizio messo in campo dal Comune e Atm e gestito da ClearChannel si accede tramite tessera che si può richiedere presso gli Atm Point e sul sito dell'azienda di trasporti milanesi. I primi trenta minuti di pedalata sono gratuiti, per ogni mezzora successiva si pagano 50 centesimi, per un massimo di due ore (se si oltrepassa il limite tre volte viene bloccato il pass). Al momento è possibile fare solo l’abbonamento annuale da 25 euro, ma a breve scatteranno quello giornaliero e il settimanale (rispettivamente da 2,5 e 6 euro).