Sulle strade della California Jobs sfrecciava con una 850

Qual è stata la seconda auto posseduta da Steve Jobs e la prima comperata, a 16 anni, grazie ai suoi lavoretti estivi? Ebbene non si tratta di una Ford e neppure di una Chevrolet, ma di una Fiat Abarth 850. Una decapottabile, ovviamente usata, che all’epoca negli Usa andava per la maggiore ed era altresì chiamata «Little Ferrari». Il particolare è citato nella biografia di Steve Jobs scritta dal giornalista Walter Isaacson e uscita in Italia per le edizioni Mondadori. «Papà mi aiutò a comperarla e a controllarne le condizioni. La soddisfazione di essere pagato e di risparmiare per acquistare qualcosa era davvero esaltante». In seguito Jobs, diventato ricco e famoso con la Apple, passò a guidare delle Mercedes, ovviamente cabrio nella miglior tradizione californiana.