Summa dell’architettura contemporanea

La Taschen, casa editrice internazionale fra le più note nel campo dell’arte, pubblica Domus 1928-1999, un’antologia della rivista fondata da Gio Ponti nel 1928 e da lui diretta, tranne una breve interruzione, fino alla sua morte. Si tratta di un'imponente iniziativa editoriale, di cui qualche numero può bastare a dare l'idea: 12 volumi, 7.000 pagine, 20.000 immagini, 30 chili di peso complessivo, riproducono in facsimile le pagine più importanti di Domus nei suoi primi 72 anni di storia. I curatori dell'opera, Charlotte e Peter M. Fiell, hanno selezionato l'antologia scegliendo tra le oltre 200.000 pagine della rivista, e creando una sintesi della storia del design e dell'architettura contemporanea dal classicismo moderno al razionalismo al Post-Modern. I volumi hanno mantenuto l'impaginazione originale di Domus, riproducendone tra l'altro tutte le copertine e alcune pubblicità originali. Completano i volumi gli interventi e le testimonianze di studiosi e architetti, come Mario Bellini, François Burkhardt, Cesare Maria Casati, Stefano Casciani, Germano Celant, Manolo De Giorgi, Fulvio Irace, Vittorio Magnago Lampugnani, Alessandro Mendini, Lisa Licitra Ponti, Ettore Sottsass e Deyan Sudjic.