Summit dei medici sull’aviaria

Mentre dagli Stati Uniti arriva la notizia del possibile vaccino contro l’influenza aviaria, gli esperti genovesi si riuniscono per confrontare le esperienze sul problema della più preoccupante malattia che minaccia l’Europa. E lo fanno in un convegno organizzato presso la sede dell’Ordine dei medici. Si è trattato di un vero e proprio «corso di aggiornamento» sull’aviaria quello al quale hanno preso parte tra gli altri il professor Pietro Crovari, responsabile europeo per influenze, epidemie e pandemie e Pietro Moscatelli, direttore del reparto di medicina d’urgenza e pronto soccorso dell’ospedale San Martino. Già dal titolo dell’incontro è emerso chiaramente quello che ad oggi sembra essere il problema più grave da affrontare a Genova e in Italia in generale: «L’aviaria tra pandemia e psicosi collettiva». Il vero rischio è finora quello che le notizie provenienti da paesi dell’Est e dalla Turchia portino a un’ingiustificata preoccupazione nelle popolazione. Gli specialisti genovesi hanno comunque fatto il punto sul piano da mettere in atto per qualsiasi evenienza legata a casi sospetti di influenza aviaria.