Il «Sun» Mourinho e Moratti vogliono Owen per 5 milioni e Suazo

Adriano sta salvando tutti: si può scrivere qualunque cosa, se resta succede questo e questo, se parte allora lo scenario è quest’altro. L’ultimo aspirante al ruolo di prima punta nell’Inter è Michael Owen, Pallone d’oro a 22 anni, lo scrivono il «Sun», il «Daily Mirror» e il «Daily Star». Da quelle parti danno per scontato che Adriano lasci l’Inter, con il Newcastle si tratterrebbe di uno scambio alla pari, o con Suazo e 5 ml. Owen, 29 anni, è un altro che se sta bene è il più forte del mondo, come Adriano, ma con in più un legamento nuovo che gli ha donato un atleta scomparso. È in scadenza di contratto, potrebbe cambiare subito maglia e entrare in lista Uefa, pare che a volerlo sia soprattutto Mourinho. Di Milito si parla già meno, anche di Drogba, ma qui c’è un motivo: le sue critiche a Scolari non sono piaciute alla dirigenza Chelsea e il giocatore è stato multato, quindi ora c’è il black out. Sempre da Stamford Bridge rimbalza un possibile scambio fra il nazionale Malouda, centrocampista francese di origini guyanesi, e il romanista Cicinho. Ma tutte le punte del mondo sembrano in attesa del rientro di Adriano, perfino Bonazzoli e Pazzini, uno forse in trattativa con il Torino e l’altro con Palermo, Napoli e Genoa nel caso partisse Milito. Rocchi invece ha fatto sapere che da Roma non si muove: «Non ho mai pensato di cambiare squadra, non ne ho mai sentito il bisogno. Sono legato a questa società e a questi tifosi e lo sarò fino alla fine della carriera». Eppure sembrava che Marotta, sponda Samp, avesse aperto un dialogo dopo che il capitano della Lazio era stato scavalcato anche da Zarate nelle preferenze di Delio Rossi. Sospesa temporaneamente la pista Blumer Elano, brasiliano del Manchester City con passaporto italiano, sul quale Lotito aveva fatto un sondaggio. Non priva di fondamento la possibile ricerca di Arshavin, talento dello Zenit, da parte della Juventus. Eventuale acquisto in proiezione in quanto lo Zenit era in Champions, curioso che come contropartita sia inserito Vincenzo Iaquinta. Ma a scriverlo è il «Mirror» che in realtà mette in guardia l’Arsenal, sulle piste di Arshavin da mesi.