Il suo rientro previsto in mattinata

La prima notte in Italia l’ha trascorsa lontana da Milano. Clementina Cantoni, giunta all’aeroporto di Ciampino a Roma alle 17.37 di ieri, è rimasta nella capitale per la sua prima giornata di libertà dopo un sequestro durato 24 giorni. Con lei anche il padre Franco, la madre Germana e il fratello Davide.
Quasi un’ora alla procura di Roma per rispondere alle domande del pm Franco Ionta, il capo del pool anti terrorismo, poi il desiderio di Clementina è quello di «una doccia e un bel letto». Poche parole, e semplici.
L’arrivo in via Jan, invece, è previsto per questa mattina. E sarà proprio il suo quartiere ad accoglierla, con la grande torta che sta preparando la pasticceria San Gregorio. Almeno mille le fette che sono ordinate dal Comitato di corso Buenos Aires per quanti si uniranno ai festeggiamenti per il rientro della ragazza, che si terranno domani in piazza Santa Francesca Romana.