«A suo tempo Storace fu ignorato»

Per Veltroni i poteri speciali non furono assegnati prima alla capitale per colpa della giunta Storace. Ma il centrodestra non ci sta. E rilancia con Donato Robilotta, ex assessore agli Affari istituzionali in quella giunta e attuale capogruppo del Nuovo Psi alla Pisana, chiedendo anzi più poteri per la capitale: «Il sindaco Veltroni firma oggi (ieri ndr) l’intesa con la Regione Lazio per i poteri speciali dopo essersi rifiutato di farlo con la giunta Storace, al solo scopo di fare la campagna elettorale contro di noi». Anche sulle nuove competenze Robilotta ha dei dubbi: «Il problema è l’assetto istituzionale della capitale e la strada maestra resta quella di Roma città regione. Nel rispetto delle competenze del consiglio, il presidente della Regione Marrazzo venga a riferire in Aula e apra la discussione sul futuro della capitale. Altrimenti c’è il rischio che invece di Roma Città Regione potremmo avere una Regione governata dal Campidoglio come è successo in passato».

Annunci

Altri articoli