Il suo ultimo saggio vince il «Cherasco»

La Giuria del «Cherasco Storia» ha assegnato il Premio per il 2006 a Roberto Vivarelli, per il libro I caratteri dell’età contemporanea, edito da Il Mulino. Il Premio Speciale, intitolato al Conte Alessandro Paoletti del Melle, è andato a Fernando Mezzetti per il complesso della sua attività di studio e divulgazione delle tematiche storiche. Il Premio Cherasco Storia riconosce opere di autori italiani e stranieri dell’ultimo triennio che trattino temi concernenti preferibilmente la storia dal 1789 in poi e che affianchino al rigore scientifico la qualità della scrittura. Ad esso è affiancato un Premio Speciale che viene attribuito ad un’insigne personalità del mondo giornalistico. Il Premio è patrocinato dal Consiglio nazionale delle ricerche. La premiazione avverrà sabato 10 giugno a Cherasco (Cn), a Palazzo Salmatoris alle 15. I caratteri dell'età contemporanea (Il Mulino) è stato prescelto all’interno di una cinquina comprendente Giovanni Belardelli (Il ventennio degli intellettuali, Laterza), Lorenzo Benadusi (Il nemico dell’uomo nuovo, Feltrinelli), Antonio Gibelli (Il popolo bambino, Einaudi), Benny Morris (Esilio, Rizzoli)