Suoni mediorientali agli Arcimboldi

Per la prima volta in Italia arriva il progetto israeliano di Idan Raichel, giovane artista che sta ottenendo grandi successi in medio oriente per la sua capacità di unire le più diverse identità culturali di quella particolare (e difficile) area del pianeta. Con il suo miscuglio di musica etiope tradizionale, poesie arabe, canti yemeniti, cantillazione ebraica e ritmi caraibici, The Idan Raichel Project ha già avuto grandissimo successo in Israele con diversi hit in vetta alle classifiche e dischi platino. Il progetto di Idan Raichel ha pubblicato il suo primo album in Israele nel 2002 e velocemente è diventato uno dei più grandi successi nella storia della musica israeliana popolare e il giovane israeliano in patria è diventato una vera e propria star della musica pop. Una fama che si è sparsa per le comunità ebraiche di tutto il globo: Idan Rachel si è esibito ovunque con grande successo da New York a Singapore. Un talento e una commistione di suoni da scoprire giovedì al Teatro degli Arcimboldi (dalle ore 21, ingresso 15 e 20 euro). Sul Palco oltre a Idan Rachel (voce, piano, tastiere) ci sono Sergio Braams (voce) Cabra Casay (voce), Lital Gabai (voce), Rony Iwryn (percussioni), Gilad Shmueli (batteria), Golan Zuskovitch (basso) e Shalom Mor Tar (oud e chitarra).