Le suorine irlandesi battono Morgan Stanley

Dio non paga il sabato, Morgan Stanley sì. Dovrà rimborsare tre gruppi di suore irlandesi che gli hanno fatto causa per un investimento finito male. Le battagliere religiose - per la cronaca, sono le Sister of Charity of Jesus and Mary, le Holy Faith Sisters e l’Irish Veterinary Benevolent Fund - fanno parte di un gruppo di 132 investitori irlandesi che hanno fatto causa alla banca Usa, dopo aver visto andare in fumo un investimento di 20 milioni di euro risalente al periodo tra il 2005 e il 2006 e relativo alle obbligazioni della Dresdner Bank. Secondo le accuse, Morgan Stanley non avrebbe riacquistato le obbligazioni quando, all’inizio del 2009, fu ordinata la restituzione dell’investimento in seguito al taglio del rating della banca tedesca al di sotto del limite concordato. Da qui il processo, che però è stato rinviato per permettere alle parti di trovare un accordo.