«È una Super-B». Ma vale soltanto una grande

«È una Super-B». Con questo auspicio il presidente Andrea Abodi, presidente della Lega cadetta, ha tenuto a battesimo il sorteggio del calendario. Un campionato, il secondo dopo la separazione dalla Lega di serie A, che vuole confermare i numeri positivi della passata stagione, forte anche della partnership con Bwin e la Nike, che ha presentato il pallone ufficiale del torneo. «Dove eravamo rimasti?» ha esordito Abodi sottolineando i numeri: un incremento di telespettatori superiore al 50%, una media di seimila spettatori a partita e il successo dei playoff con centomila biglietti venduti. «Il dato aggregato per bacino d’utenza, abbonati e paganti equivale a un grande club - spiega il numero uno della Lega di B -: 13milioni di tifosi, 80mila abbonati, più di 60mila spettatori ogni weekend». Ospite d’onore il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete, che ha ricordato che ci sono comunque «nodi che vanno sciolti»: dal caso scommesse alla ripartizione dei diritti televisivi, dagli strumenti per la costruzione di nuovi impianti alla valorizzazione delle nazionali. Quindi il sorteggio con le favorite d’obbligo Sampdoria e Torino che debutteranno rispettivamente con Padova, la delusa della finale playoff, e Ascoli. «Essere favoriti non è un vantaggio» spiega Edoardo Garrone, che sull’istanza presentata alla Figc per lo scandalo scommesse non scarta l’ipotesi “ripescaggio” ma senza «troppe illusioni». Non si sbilancia Urbaino Cairo: «Dopo due anni ho capito che la B è un campionato complicato e difficile». Toro-Samp è in programma alla settima. Il primo derby sarà Cittadella-Padova alla terza giornata, Torino-Brescia è alla quinta, l’ultimo brivido Varese-Samp del 27 maggio.
Si inizia il 27 agosto, così la prima giornata: Ascoli-Torino, Bari-Varese, Brescia-Vicenza, Cittadella-Albinoleffe, Crotone-Livorno,Empoli-JuveStabia, Grosseto-Gubbio, Reggina-Modena, Sampdoria-Padova, Sassuolo-Nocerina, VeronaH.-Pescara.