Una super memoria dedicata alle videocamere tascabili

Ci sono modelli con hard disk fino a 37 ore di registrazione altri usano direttamente il dvd

Massimo Carboni

da Milano

Il Mini-Dv ha rappresentato per molto tempo lo standard di registrazione più diffuso per le videocamere digitali. Eppure in un mondo digitale in rapida evoluzione anche le videocamere stanno rapidamente mutando, proponendo alternative di registrazione più evolute e al passo coi tempi. Non è un caso che Jvc abbia recentemente presentato due nuove camcorder Everio della serie G: la Gz-Mg70 e Gz-Mg50, due modelli che presentano come caratteristica principale la possibilità di registrare le immagini direttamente in un capiente hard disk da 30 Gigabyte ospitato proprio all’interno delle videocamere.
Le modalità di registrazione prevedono filmati sia in formato 4:3 sia 16:9 nativo e una capacità di archiviazione fino a 37 ore di registrazione Mpeg4 oppure fino a 7 ore di video Mpeg2 di alta qualità con Dolby Digital Audio.
La presenza del comodo tasto Info consente di conoscere in qualunque momento la capacità del disco e la durata della batteria, mentre i sensori Ccd (rispettivamente da 2,12 e 1,33 Megapixel) permettono di scattare in formato Jpeg con una risoluzione massima di 1600x1200 pixel e di archiviare fino a 10mila fotografie prima di esaurire lo spazio a disposizione sul disco fisso. I prezzi variano da 750 euro per il modello Mg70 a 676 euro per il modello Mg50. Anche Sony ha recentemente presentato nuove videocamere dotate di caratteristiche interessanti per l’archiviazione dei filmati. Si tratta del DCR-DVD505 e DCR-DVD405 (nella foto grande).
Si tratta di due Dvd camcorder, ovvero videocamere che registrano direttamente su Dvd consentendo quindi una visione immediata di quanto registrato sia utilizzando normali Pc, sia con lettori domestici, senza complicati passaggi o uso di cavi appositi. Entrambe supportano il collegamento ad un microfono wireless opzionale che può essere attaccato direttamente sul soggetto ripreso, per registrarne la voce direttamente come canale centrale di un segnale Dolby Digital 5.1 memorizzato nel Dvd. Le due videocamere sono in grado di scattare foto con risoluzione di ben 4 Megapixel, mentre la funzione Dual Record permette simultaneamente di riprendere il video e scattare fotografie in formato 3 Megapixel. Il prezzo parte da 751 euro.
Canon rivolge anch'essa la sua attenzione alla modalità di archiviazione dati su Dvd, lo fa con due modelli contrassegnati con le sigle DC10 e DC20 (foto piccole a sinistra). Hanno un sensore CCD da 1,3 e 2,2 MP rispettivamente, e possono riprendere in alta risoluzione in 16:9. La DC20 dispone in più della modalità di ripresa Super Night, con un mini illuminatore per riprendere nel buio assoluto, ed incorpora un flash a guida luminosa per gli scatti fotografici. Le videocamere sono compatibili con lo standard PictBridge, per la stampa diretta senza computer, dispongono di funzioni fotografiche estese, utilizzano un sistema autofocus intelligente a 9 punti e interfaccia veloce USB 2.0. Prezzi da 677 euro.
Addio al nastro, senza grossi rimpianti, anche per la Mega-Ego di Samsung che registra filmati in MPEG4 ASP con risoluzione televisiva PAL 720x576 pixel e autonomia di registrazione di 30 minuti grazie alla memoria interna di 1 GB che raddoppiano se si considera anche la scheda Memory Stick in dotazione, anch'essa da 1 GB di capienza.
La Mega-Ego monta uno zoom ottico 10x ed è dotata di display Lcd antiriflesso da 2 pollici, uscita USB 2.0 per il collegamento al computer ed uscita A/V per il televisore e rivedere sullo schermo filmati e foto scattate.
La gamma è arricchita da una comoda unità di archiviazione, Ego-Storage, con hard disk da 20 GB che può contenere fino a 7 ore di video. Prezzo intorno a 845 euro.