Super obesi alla riscossa

Per una volta, ci occupiamo non di un film ma di un documentario, genere che sta prendendo piede anche sul grande schermo, sulla scia dei successi di Michael Moore. Super Size Me è interessante perché tratta di un problema comune a molti: quello dell’obesità. Per parlarne in maniera dettagliata, l’autore Morgan Spurlock ha testato su se stesso di effetti di una dieta che si basa su pranzi e cene al fast-food, un sistema diffuso in America ma che anche in Italia è, specie tra i giovani, di gran moda. Spurlock ha viaggiato negli States mangiando esclusivamente da McDonald’s, provando tutti i menu proposti, anche se le patatine fritte e i BigMac sono stati elementi imprescindibili. Risultato? Aumento di 5 chili in una settimana e scompensi fisici. Un problema che non riguarda solo le catene fast food ma anche i cibi precotti delle scuole, ricchi di fritti e grassi, o la sedentarietà di una vita dove l’attività fisica viene bandita. Insomma, un documentario che fa riflettere sulla propria salute alimentare. Negli extra, non poteva giustamente mancare la replica di McDonald’s Italia. In più ci sono alcune scene tagliate e l’approfondimento degli argomenti trattati nel documentario. Una proposta alternativa al solito film. Ma che farà certamente discutere.