Il super Umts pronto per la tv mobile

Tra i primi telefonini con il sistema l’Sgh z560 di Samsung

Maddalena Camera

da Milano

Si chiama Hsdpa (High Speed Downlink Packet Access) la nuova frontiera della telefonia mobile. Questa tecnologia che di fatto potenzia le reti Umts è capace di raggiungere una velocità di trasferimento fino a 3,6 Megabit. Parecchio insomma se si considera che la velocità massima raggiungibile dall’Umts è pari a 384 kilobit che è già superiore alla rete Edge (che potenzia quelle Gprs) pari a 200 kilobit. In realtà lo sviluppo della telefonia mobile negli ultimi 10 anni è stata davvero impressionante. Nel 1996 infatti la maggioranza dei cellulari viaggiava ancora su reti tacs o analogiche. Poi è arrivato il gsm, ossia le reti digitali, che hanno permesso ai gestori di approntare i primi servizi. Quello che più ha avuto successo è l’sms, ossia la possibilità di inviare messaggi. Oggi i gestori di telefonia mobile vogliono portare sul cellulare la tv digitale. E per far questo hanno bisogno di velocità di connessione. Ecco perché accanto all’Hsdpa il prossimo sviluppo delle reti mobili parla di WiBro, una tecnologia sviluppata da Samsung simile al Wimax che permette collegare il cellulare alla rete fissa a banda larghissima. In questo caso infatti la velocità di navigazione arriva fino a 20-30 Megabit.
Molto se pensiamo che un collegamento Adsl standard è a 640 Kb e quello che permette di vedere la tv via Internet arriva a 4-6 Mb. Ora Tim promette di lanciare la rete Hsdp in tre città Milano, Roma e Torino nel maggio prossimo e di commercializzare il servizio in estate. Anche Vodafone ha intenzione di lanciare il super Umts in occasione dei prossimi campionati mondiali di calcio, previsti a luglio, che potranno così essere visti sui telefoni cellulari. A livello di apparecchi tra i primi cellulari Hsdpa ad essere presentati sul mercato c’è quello di Samsung. La società coreana ha approfittato del 3Gsm Congress di Barcellona, la più importante manifestazione del settore, per mostrare il suo nuovo prodotto. Si chiama Sgh-z560 ha uno spessore di appena 16 millimetri e fotocamera da 2 mega-pixel. Samsung ha presentato anche altri 9 nuovi cellulari tutti con Umts e un palmare con tastiera Qwerty, l’i320, che supporta l’edge ed è dotato di sistema operativo Windows Mobile 5.0. Anche Nokia ha presentato alcune novità. Come il 6136 che integra due degli standard wireless più diffusi al mondo ossia il gsm e il wi-fi. E tutto grazie alla tecnologia Uma (Unlicensed Mobile Access), che consente il passaggio continuo delle connessioni voce e dati tra queste reti. Il vantaggio sarà quello di telefonare con costi ridotti tramite la rete fissa. Naturalmente sono i gestori a dover supportare il servizio e per il momento solo i francesi di Orange (che operano anche in Gran Bretagna) hanno preso questa decisione. Hutchison Whampoa, che in Italia possiede il gestore Umts «3», ha invece stretto un accordo con Skype per chiamare dal cellulare a tariffa fissa offrendo anche servizi di Istant Messaging. Tra tanti cellulari «stranieri» gli unici sviluppati in Italia sono quelli di Telit che ha recentemente presentato nuovi modelli anche Umts.