Superati i 20 gradi: nei parchi sbocciano i fiori

L’ultima volta che Milano, e la Lombardia, furono colpiti da un’eccezionale ondata di caldo durante il periodo invernale era il lontano 1982. Allora l’Osservatorio meteorologico di Milano Duomo registrò una temperatura record di 21,8 gradi. Ieri la colonnina di mercurio si è fermata a 20,3 gradi: una situazione comunque inusuale per una stagione dove cappotti, sciarpe e guanti di lana sono di rigore. Un dato esemplifica al meglio le stranezze di questo caldissimo mese di gennaio. Negli ultimi trent’anni, la media delle temperature di questo periodo è stata di 2,6 gradi, mentre quest’anno è stata di ben 7,4 gradi. E così, mentre solo dodici mesi fa l’intera città era bloccata da un’intensa nevicata, in questi giorni i parchi si stanno abbellendo dei colori di inattesi fiori primaverili. «Questo inverno caldissimo - spiegano all’Osservatorio - deriva principalmente da due fattori: la costante alta pressione sul Mediterraneo e il caldo Phoen che soffia sul nord-Italia».