SuperBasso a due passi dal Giro d’onore

Madrid. Sono giorni caotici non solo per lo sport italiano, ma anche per quello spagnolo, sconvolto dal caso doping. La Guardia Civil spagnola, nel blitz di martedì scorso, aveva arrestato cinque persone implicate in un traffico di sostanze dopanti e sangue per trasfusioni. I 5 arrestati, dopo gli interrogatori, sono stati rimessi in libertà. Si tratta del medico Eufemiano Fuentes, dell'ematologo Luis Merino, del corridore professionista di mountain bike Alberto Leon e del direttore sportivo aggiunto della Comunidad Valenciana Ignacio Labarta. Manolo Saiz, direttore sportivo di Liberty Seguros è stato invece rimesso in libertà mercoledì dopo esser stato interrogato dalla polizia.
Dopo il ritrovamento, nella casa del dottor Fuentes, di una lista che conterrebbe tra i 100 e i 200 nomi di sportivi (tra cui anche calciatori e atleti olimpici), gli inquirenti fanno sapere che lo scandalo potrebbe allargarsi in fretta. «Saranno resi noti altri nomi di persone conosciute», ha detto il direttore generale della Guardia Civil Joan Mesquida all'agenzia spagnola Efe.