Superbike a Imola, Checa e la Ducati prenotano il titolo

Superpole allo spagnolo. Senza Biaggi assente per infortunio, l'Aprilia si affida ad Haga, terzo, e Camier, solo decimo

Carlos Checa conquista la Superpole del Gran Premio di Imola valido per il mondiale Superbike e, con undici vittorie su venti gare disputate, potrebbe domani festeggiare il primo titolo qualora centrasse una doppietta e Marco Melandri non andasse oltre il quinto posto. Con il tempo di 1'47"196 lo spagnolo della Ducati ha preceduto il britannico Jonathan Rea (Honda) e il giapponese dell'Aprilia del team Pata Noriyuki Haga. Quarto tempo per il britannico Tom Sykes su Kawasaki, davanti all'irlandese Evgene Laverty (Yamaha). Migliore degli italiani è Ayrton Badovini (Bmw Italia), che chiude al settimo posto, mentre Marco Melandri (Yamaha) ha ottenuto il nono tempo e partirà dalla terza fila.
Assente giustificato il campione del mondo in carica - titolo conquistato proprio a Imola un anno fa - Max Biaggi, fermo per i postumi dell'incidente in Germania in cui ha subito la frattura scomposta del metatarso del piede sinistro. In sua assenza, il team ufficiale Aprilia Alitalia Racing è tutto sulle spalle di Leon Camier. I problemi sul giro secco, emersi durante tutte le sessioni, non hanno però consentito all'inglese di esprimersi al meglio nella Superpole di Imola. Camier ha perso la settima posizione proprio negli ultimi secondi. Per lui decima piazza finale quindi terza fila nelle due partenze di domani.
Così al via
1. C. Checa (Ducati)
2. J. Rea (Honda)
3. N. Haga (Aprilia)
4. T. Sykes (Kawasaki)
5. E. Laverty (Yamaha)
6. L. Haslam (BMW)
7. A. Badovini (BMW)
8. S. Guintoli (Ducati)
9. M. Melandri (Yamaha)
10. L. Camier (Aprilia)