Il superboss lascia il carcere: in cura a Milano

La porta della cella si è aperta un paio di giorni fa e per la prima volta dopo 14 anni Totò Riina è uscito di prigione. È stato trasportato in ospedale per accertamenti, ha trascorso la notte in una stanza blindata e dopo neppure 24 ore è stato riaccompagnato in cella, nel carcere milanese di Opera. È la prima concessione all’ex capo di Cosa nostra da quando finì in manette nel lontano 1993. La richiesta di ricovero, presentata un mese fa dall’avvocato Luca Cianfarone, era stata respinta. Il semaforo verde arrivato ora significa che le condizioni di salute sono peggiorate. Resta segreto il nome dell’ospedale milanese in cui è stato ricoverato il boss dei boss, visto che potrebbe tornarci ancora.