Il supercross prova a conquistare la tiepida Genova

Marco Marcellino

Ventitré anni ma non li dimostra, l'IP Supercross torna domani e domenica con una manifestazione che si ripropone grandissima, ogni edizione migliore ed innovativa rispetto alla precedente.
Da mesi la Stampa specializzata riporta questo appuntamento, il massimo per gli appassionati non solo italiani, Genova risponde come al solito tiepida a partire da politici ed amministratori, che non hanno mai capito che questo evento porta Genova in tutto il mondo, e senza impegni finanziari gravosi.
Forse se ne accorgeranno quando qualcuno scipperà questa gara; il promotore lucchese Alfredo Lenzoni mantiene stretto il vincolo con Genova, il qualcosa in più e di diverso della nostra città è la perfetta sede organizzativa per questo tipo di eventi, il Palasport.
L'Ip Supercross torna su due giornate, domani sera ore 20 e domenica pomeriggio ore 17.
Supercross & Freestyle avranno due piste differentemente preparate da Armando Dazzi.
Si salirà dinuovo verso il primo anello del Palasport, mentre per il Freestyle si usufruirà di due rampe di lancio. Dazzi ha disposto un tracciato «terribile» per i supercrossisti, due serie di whoops ed un salto mozzafiato, ma tutto il «track» sarà senza pause. Il cast dei piloti, sia del Supercross che del Freestyle, è eccellente, si predilige comunque sempre avere spettacolo e bagarre piuttosto che i fuoriclasse, che ammazzerebbero la concorrenza come Carmichael, Reed e Steward.
Il più atteso, numero 5 del campionato Usa, vincitore delle due ultime edizioni del Supercross genovese, il portoricano Ernesto Fonseca, ufficiale Honda Usa sarà il favorito, contro di lui i suoi abituali rivali delle Ama SX Series, i fratelli terribili Mike e John Alessi, alla prima europea, l’ottimo Josh Hansen, Grant Langston, Sebastien Tortelli, Andrew Short, Billy Laninovich, dall’Europa i transalpini Stefan De Martis, Jeremy Tarroux, Antoine Meo, i fratelli Christophe e Sebastien Pourcel, qualche altra stella si unirà sabato a sorpresa, unico assente di rilievo l’azzurro iridato Tony Cairoli, fermo per incidente.
Difenderanno la nostra tradizione Alex Salvini, Davide Degli Esposti, Simone Cappellini, Angelo Pellegrini, Stefano Dami, Marco Maddii.
Per il Freestyle il graditissimo ritorno, dopo la terribile caduta di un anno fa, di Nate Adams, ha mantenuto la promessa che fece dal letto dell’Ospedale San Martino, choccato da fratture e contusioni ma non piegato nello spirito. Ha perso la targa N° 1, riprende da Genova il cammino per riconquistarla, suo principale avversario Jeremy Stenberg, rivali degni di nota Kenny Bartram, Adam Jones, Mat Rebeaud, ma il pubblico farà il tifo anche per Alvaro Dal Farra, Massimo Bianconcini, Miki Monti. La prevendita è aperta, biglietti numerati euro 55, non numerati euro 40, ingresso gratuito per i minori di 8 anni, sabato pomeriggio distribuzione dei biglietti ridotti (euro 35).