Superindice, a maggio nessuna variazione

Il superindice dell'Ocse, che anticipa le fasi di espansione o rallentamento dell'economia dei Paesi industrializzati, è rimasto invariato a maggio rispetto ad aprile a quota 103,0 punti. Anche il tasso di variazione su 6 mesi è rimasto fermo a meno 0,6%. L'Ocse segnala però un indebolimento della performance sia per la zona euro che per i Paesi del G7, Stati Uniti e Canada esclusi. L'Italia è quella che ha accusato il calo più accentuato con il superindice sceso dello 0,6 a 95,9 punti e il tasso sceso da meno 2,1 a meno 2,8%. Nella zona Ocse è inoltre scesa a maggio al 6,6% la disoccupazione, 0,1 punti percentuali in meno rispetto al mese precedente e 0,3 punti in meno rispetto a un anno prima.