Dal superjet Alenia a Pirelli e le auto Fiat

Sono parecchi i contatti economici tra Italia e Russia. Uno tra i più importanti è quello siglato per il gasdotto South Stream tra Gazprom ed Eni per garantire la fornitura del gas in Europa. Recentemente sono stati siglati 17 accordi intergovernativi e commerciali. Si va dalle energie rinnovabili, alla collaborazione in campo agricolo e al reciproco riconoscimento dei titoli di studio. È stata raggiunta anche un’intesa anche per favorire lo sviluppo delle piccole e medie imprese, sia russe che italiane. Firmati accordi anche nel campo della giustizia, dei beni culturali, dei trasporti e del turismo.
Per quanto riguarda le intese commerciali sono state siglate con Alitalia, Finmeccanica, Pirelli e Mediobanca. Il gigante della difesa non può vendere ovviamente armi, ma ha in corso una joint venture per l’assemblaggio degli elicotteri. Ci sono anche accordi di collaborazione per radar con Ansaldo Breda e Sts e anche con Alenia per la realizzazione di superjet con Sukhoi. Alla costruzione del motore dell’aereo partecipa anche la Avio che ne costruisce la camera di combustione e la trasmissione comando accessori. Quanto a Fiat ha firmato un’intesa con la russa Sollers per la realizzazione di una joint venture che dovrebbe portare a costruire in Russia circa 500mila auto entro il 2016. La Russia ha manifestato interesse anche per l’acquisto dei carri blindati Lince da Iveco.