Supernonno nuotatore Steso ladro col kung-fu

Napoli. Il supernonno del Vomero, Aldo Caputi, classe 1915, pluridecorato campione del mondo di nuoto della terza età, noto per i suoi numerosi record e titoli, è stato aggredito da un 25enne all’interno del garage dove stava parcheggiando la sua automobile. L’aggressore lo ha minacciato di morte e lo ha tenuto sotto controllo con un coltello. Caputi ha atteso l’attimo propizio, poi gli ha sferrato un calcio al volto tramortendolo con una mossa di full-contact. A quel punto il 25enne ha tentato la fuga, e il supernonno 91enne lo ha inseguito. Per la cronaca Caputi quest’anno non ha ottenuto la certificazione medica per gareggiare a causa di fibrillazioni cardiache anomale.