Il supporto decisivo a quota 39600

Settimana per il Future con una discreta volatilità e con forti scambi. Il movimento correttivo ha determinato una oscillazione entro il range di 40825 e 39805, chiudendo a 39980. Statisticamente, in questi ultimi anni, il mese di dicembre è sempre stato Toro e ribadiamo che solo la perdita del supporto 39600 potrebbe attivare un movimento discendente. Molti sono i temi operativi da seguire: interessanti a livello settoriale i media, con Mediaset il cui target price è 11, e gli assicurativi con Generali, sulla quale circolano rumors. Il target price stimato è di 38, raggiungibile anche grazie al possibile buy back di azioni proprie attualmente sospeso dal cda, finanziabile dalla prossima emissione obbligazionaria da 2 miliardi e infine il settore delle telecomunicazioni. L’euro si rafforza ancora sul dollaro portandosi oltre quota 1,33, nonostante gli interventi del segretario Usa del Tesoro, Henry Paulson, e del capo della Fed, Ben Bernanke. In questo quadro si disegna un nuovo scenario a causa degli enormi deficit commerciali con un dollaro che potrebbe continuare a perdere terreno sino a 1,40 contro euro, livello di guardia per la Bce, delineandosi un nuovo asset allocation per le Banche centrali mondiali nella diversificazione delle riserve valutarie, oggi per larga parte in dollari.Damiano Colomba