Susanna Ceccardi organizza "la bisteccata" tra sindaci di centrodestra

La Ceccardi ha riunito a Firenze con una cena a base di bistecca tutti e sei i primi cittadini dei capoluoghi di provincia strappati al centrosinistra, destando preoccupazioni dai diversi fronti politici

Venerdì scorso il sindaco di Cascina Susanna Ceccardi nonché nuovo Commissario della Lega Toscana ha riunito tutti i sei sindaci del centrodestra dei capoluoghi di provincia toscani con una cena a base di bistecca in un noto ristorante del centro storico fiorentino.

Tutte queste città infatti sono passate da un primo cittadino del centrosinistra al centrodestra, anche con delle inaspettate rivelazioni come a Siena e Pisa, storiche roccaforti del PD adesso in mano proprio alla Lega e questa riunione, siglata il “patto della bistecca” prendendo spunto dal menù servito a tavola, ha destato non poche preoccupazioni sia tra le file degli esponenti del centrosinistra ma anche tra alcuni degli alleati come Forza Italia.

Sembra infatti che il partito di Berlusconi, che da un po' accusa la Lega di pensare più a se stessa che alla coalizione, sia rimasto infastidito da questa iniziativa della Ceccardi in vista anche della discussione delle alleanze per la prossima tornata elettorale che vede altri tre capoluoghi di provincia toscani alle elezioni tra cui proprio Firenze.

Secondo quanto riporta un'intervista del giornale La Nazione la Ceccardi rassicura però gli alleati “La cena è nata da un’idea questa estate, poi ho creato una chat con i sindaci per mettersi d’accordo sul giorno più adatto per farla... L’obiettivo è quello di condividere buone pratiche amministrative, i problemi dei nostri comuni, per confrontarci e darci una mano” e poi precisa “Sarebbe assurdo che Forza Italia si infastidisse per il fatto che alcuni sindaci si ritrovano a cena. Credo sarebbe anche offensivo non solo nei miei confronti ma anche di tutti i sindaci che hanno partecipato spontaneamente a questo incontro. Semmai credo che in Forza Italia dovrebbero essere contenti del fatto che i sindaci del centrodestra dopo un po’ di anni si ritrovino e condividano tra loro politiche e pratiche amministrative, anche perché poi c’erano sindaci trasversali, di Fratelli d’Italia, di liste civiche, anche della Lega, come me chiaramente, ma tutti nell’alveo del centrodestra”

Forza Italia dunque non ha niente da temere secondo il sindaco di Cascina che ribadisce di aver organizzato l'incontro in veste di primo cittadino e non da commissario delle Lega toscana, intanto i colleghi sindaci hanno risposto con entusiamo all'invito della leonessa di Cascina, il primo cittadino di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna poco dopo la cena scrive un post sul suo profilo Facebook in cui si manifesta a dir poco entusiata dell'incontro “La nostra leonessa Susanna Ceccardi è riuscita laddove tanti avevano fallito. In un battibaleno ha riunito tutti i sindaci di centrodestra della Toscana a Firenze davanti ad una bistecca eccezionale” e termina “una nuova energia prende vita”.

Sicuramente le sue parole fanno riferimento ache alle prossime elezioni regionali in vista nel 2020 ed alle future amministrative che coinvolgeranno ben 153 comuni toscani, tra cui Firenze e sempre riguardo a queste la Ceccardi le sue dichiarazioni sono chiare: “L’ho detto più volte e lo ripeto, squadra che vince non si cambia, in Toscana abbiamo vinto da tutte le parti con lo schema del centrodestra tra l’altro l’ha detto anche il portavoce di Nogarin, che il patto Lega 5 Stelle a Livorno ce lo sogniamo. Lo dicono loro quindi...”

Le sue parole appaiono cristalline e Forza Italia può dormire sonni tranquilli a quanto pare, un po' di meno forse i Sindaci del centrosinistra e tutto l'entourage della regione visto il vento del cambiamento che sta investendo tutta la regione.