Suzuki è da 25 anni presente in Italia E la crescita continua

Automobili, moto e motori marini i settori d’attività del gruppo L’ultima novità si chiama Swift Sport: «Porte aperte» il 17 e 18 febbraio

Tra i marchi che più si stanno mettendo in evidenza per la loro vitalità sul mercato dell’auto c’è Suzuki, che festeggerà nel 2007 i 25 anni di presenza nel nostro Paese: 32.750 vetture immatricolate, con un incremento del 14,1% in più rispetto al 2005, che vale anche una crescita della quota di mercato dall’1,28 all’1,41%. «Avevamo previsto un andamento positivo - spiega Romano Valente, direttore generale di Suzuki Italia - ma i risultati hanno superato le nostre aspettative più ottimistiche e ci rendono orgogliosi del lavoro fatto sinora insieme con la rete dei concessionari, che ci ha intelligentemente accompagnato nel cammino di crescita».
Swift, nuovo Grand Vitara e SX4, cioè i tre nuovi modelli lanciati l’uno dopo l’altro in poco più di un anno, hanno fatto da volano alla crescita. «La Swift in particolare, di cui presentiamo in questi giorni l’accattivante versione sportiva 1.6 da 125 cavalli, con le sue linee morbide e un comfort senza pari in soli 3 metri e 70 di lunghezza è perfetta per i giovani che vogliono distinguersi». Concepita in Giappone, ma sviluppata in Europa per soddisfare le richieste degli automobilisti più esigenti, grazie al passo lungo, alle carreggiate larghe e alle ruote ai quattro angoli, la compatta Suzuki suggerisce un’idea di dinamismo e nello stesso tempo di solidità. Disponibile sia a 3 sia a 5 porte, si distingue anche per il ricco equipaggiamento di base: sono di serie, tra l’altro, il climatizzatore, il sintolettore di cd con Mp3, comandi al volante e i cerchi in lega.
Nella gamma motori, il brillante 1.6 16V da 125 cavalli della versione Sport (solo con carrozzeria a 3 porte) si aggiunge ai 4 cilindri 1.3 a benzina e turbodiesel, rispettivamente da 92 e 70 cavalli. Completa l’offerta (solo con le 5 porte) la versione 4x4 che una casa specializzata nel settore come Suzuki non poteva fare mancare agli appassionati. Una 4x4 evoluta è anche il nuovo Grand Vitara: con la trazione integrale permanente e le marce ridotte, come vuole la tradizione, ma con un comportamento dinamico più consono al prevalente utilizzo stradale. Altro importante modello di recente commercializzazione è lo sport crossover SX4. Un mezzo polivalente che, a seconda delle esigenze, può trasmettere la motricità alle sole ruote anteriori oppure a tutte e quattro. Anche Grand Vitara e SX4 sono disponibili con vivaci motori a benzina oppure con un moderno turbodiesel 1.9. Per quest’anno, la filiale italiana di Suzuki si è data l’obiettivo di un’ulteriore crescita. «In linea con il trend degli ultimi anni, puntiamo a un incremento delle vendite di auto del 10%, per arrivare a medio termine ad una quota di mercato del 2% - dice Valente -: abbiamo deciso di basare la nostra strategia di comunicazione sulla valorizzazione del marchio, evidenziando al cliente la qualità ed il valore dei nostri prodotti. Suzuki, infatti, è una multinazionale che ha fatto la storia non solo nel mondo delle quattro ruote, ma anche nel settore moto, con modelli come le GSX-R e i maxiscooter Burgman, e nei motori marini, in cui oggi spicca il più potente fuoribordo mai prodotto, il DF 300». Intanto, per l’arrivo della Swift Sport, Suzuki Italia ha deciso di deciso di organizzare un «Porte aperte» presso i concessionari ufficiali, il 17 e 18 febbraio prossimi. I potenziali clienti avranno così la possibilità di provare la vettura in un breve test prodotto e apprezzarne le vivaci prestazioni.