Lo svantaggio scatena i lupi

Udine. L’Udinese mette i brividi alla Roma, passa in vantaggio con la zuccata di Di Natale, sfiora più volte il gol del doppio vantaggio, poi, sul più bello, il giocattolo si rompe e nonostante i giallorossi abbiano i nervi a fior di pelle (vedi il litigio Doni-Panucci) riescono a trovare il pari e a dilagare: Vucinic in spaccata, imbeccato da Pizarro trova il pari, Taddei con un colpo da biliardo fa il 2 a 1 e Giuly in contropiede a tempo scaduto chiude il capolavoro giallorosso.