LA SVOLTA DI NAPOLI

Sicurezza, rifiuti e salari. Il primo atto del Consiglio dei ministri ricalca le promesse che il premier Silvio Berlusconi aveva fatto in campagna elettorale: garantire ai cittadini un impegno contro la criminalità e l’immigrazione; restituire dignità alla città simbolo del malgoverno di sinistra; ridare forza ai salari, schiacciati da caro greggio e inflazione. Le misure sulla sicurezza (clandestinità come reato, espulsioni più facili, certezza della pena) si accompagnano a circa 4mila assunzioni tra le forze dell’ordine. Un segnale, ha detto Berlusconi, che lo Stato c’è e che è in grado di fronteggiare l’emergenza sicurezza e quella sui rifiuti, affidata all’esperto Guido Bertolaso, nuovo sottosegretario a Palazzo Chigi. La detassazione degli straordinari (con l’imposta al 10% fino a 3mila euro per i redditi 2007 inferiori a 35mila euro), la cancellazione dell’Ici e la possibilità di rinegoziare i mutui sono una boccata d’ossigeno per molte famiglie. Una netta inversione di tendenza rispetto alla stangata fiscale del 2006.