Svolta negli Usa: documento con la foto per votare

da Washington

La Corte suprema degli Stati Uniti ha dato parere favorevole a una legge che impone agli elettori di presentarsi ai seggi con documenti d’identità corredati di foto. La legge riguardava solo lo Stato dell’Indiana ma la decisione della Corte suprema può assumere importanza nazionale perchè altri venti Stati stanno esaminando misure analoghe.
I repubblicani favoriscono norme più stringenti di identificazione degli elettori per evitare casi di frode. Ma sono tradizionalmente gli elettori più vicini ai democratici - neri, poveri, anziani, minoranze etniche - a non avere documenti di identità in linea con la nuova legge. Questa richiede il possesso di una patente di guida con foto (il documento più comune negli Usa per dimostrare la propria identità) o di un documento analogo per poter votare. In passato erano sufficienti prove più semplici, come una bolletta col proprio nome, per poterlo fare.