La svolta storica a Malta: vince il sì al referendum adesso il divorzio è legale

Era l'ultimo paese europeo in cui il divorzio era vietato. Netta maggioranza dei sì

Il referendum per la legalizzazione del divorzio a Malta, unico paese europeo in cui era ancora interdetto, si è concluso con la netta maggioranza di sì. Lo ha detto il primo ministro maltese, Lawrence Gonzi. Il referendum per la legalizzazione del divorzio a Malta, unico paese europeo in cui era ancora interdetto, si è concluso con la netta maggioranza di sì. Lo ha detto il primo ministro maltese, Lawrence Gonzi. Il capo del governo che aveva fortemente fatto campagna contro una legalizzazione del divorzio ha riconosciuto la sconfitta dei sostenitori del "no". "Questo non è il risultato che desideravo ma la volontà del popolo deve essere rispettata", ha detto. "Il Parlamento deve elaborare una legge per l’introduzione del divorzio", ha aggiunto Gonzi. Il referendum ha valore consultivo e perché il divorzio sia autorizzato è necessaria l’adozione di una legge specifica. Il campo dello «no» era sostenuto dal Partito nazionalistica di Gonzi e dalla chiesa che, senza fare ufficialmente campagna, aveva fatto sentire tutto il suo peso sulla comunità locale, per il 95% cattolica.