Con Syria una serata «senza peccato»

Questa sera a Cisterna di Latina arriva Syria, nome d’arte di Cecilia Cipressi. Nata con la passione per la musica il 26 febbraio 1977, fin da bambina ha cantato d’istinto tutto quello che le piaceva. Per caso è stata scoperta nel 1995 da Claudio Mattone, che era alla ricerca di una giovane cantante da proporre al Festival di Sanremo e le propose un provino. Passata attraverso i successi sanremesi, Syria ha pubblicato il suo sesto album, dal titolo «Non è peccato», nel maggio scorso. Il disco è prodotto da Michele Canova (produttore di Eros Ramazzotti, Max Pezzali, Tiziano Ferro e Jovanotti) e contiene 11 brani inediti scritti appositamente per la cantante da diversi artisti e autori tra i più interessanti del panorama musicale italiano come Jovanotti, Tiziano Ferro, Mario Venuti, Le Vibrazioni e Giorgia. L’ultimo album mette insieme la leggerezza del pop - fatta d’immediatezza, di canzoni fresche e coinvolgenti fin dal primo ascolto - con la sua profondità, ossia con quelle caratteristiche che permettono alle canzoni di sopravvivere al tempo e alle mode del momento per rimanere nella memoria. Il brano «Non sono», in particolare, è tra i più trasmessi e aspira a diventare il tormentone dell’estate 2005.