Tè, il caldo sorso dell’inverno

Nelle uggiose giornate invernali sono pochi i posti che fanno venire voglia di uscire. Uno di questi è Namastèi, piccola sala da tè vicino a Campo de’ Fiori (in via del Paradiso). A piano terra c’è il negozio che vende tè, tisane e servizi in porcellana e ceramica per prepararli. Salendo una scaletta si arriva al secondo piano, vera nicchia da intenditori, con tavolini e sedie tutte differenti. La sala è collegata a un’altra più piccola coperta di tappeti e cuscini stile oriente. Sul bancone sono esposte le torte, uno dei motivi di orgoglio di Daniela Ferraresi, la proprietaria del locale. Gli strudel arrivano freschi dalla Val di Non e sono di vari tipi: alle mele, al cioccolato e pere, ai frutti di bosco e ai mirtilli. La crostata di pere, cioccolato e zenzero è fatta in casa come pure quella di mele e cannella, dalla consistenza soffice tipo ciambellone morbido. La torta più buona è la Pistocchi, un concentrato di cioccolato fondente studiata appositamente per i celiaci perché viene fatta senza uova, burro, farina e lievito. Tra i biscotti, quelli al tè verde sono da provare. I dolci vengono adagiati su piattini e forchette, accompagnati da panna montata e serviti caldi. Il tè allo zenzero è molto aromatico mentre quello alla menta rimane poco intenso. La cioccolata in tazza non ammette bustine insipide e viene cucinata con le tavolette di cioccolato fondente messo a bagnomaria. Anche il caffè è particolare: non ci sono le macchine dei bar e si serve presso-filtro in tazze di vetro che non ne disperdono l’aroma.
E se proprio non si riesce a muoversi da casa, si può fare la scorta delle migliori miscele di tè da Tè e Teiere (via del Pellegrino, 85) e comprare la varietà Beaute Academique o Huang Shan Mao Feng. Ricco l’assortimento di servizi da tè in terracotta, porcellana, ceramica e vetro, oltre a bollitori, tovagliette e altre idee simpatiche.