Tabaccaia ferita a coltellate durante la rapina

Poteva finire in tragedia la rapina avvenuta venerdì mattina in una tabaccheria di via Oliva, a Genova. Un giovane si è fatto consegnare l’incasso minacciando la titolare con un coltello. La donna, di 61 anni, ha cercato di raggiungere l’uscita per gridare aiuto, ma è stata raggiunta dal giovane che l’ha spinta violentemente a terra e ferita ad una mano con il coltello prima di fuggire a piedi con parte dell’incasso. La donna è stata soccorsa dai paramedici del pronto soccorso dell’ospedale di Sestri Ponente. Oltre allo choc per l’aggressione è stata medicata alla mano, ma il rapinatore poteva colpirla in mniera più grave.
Altra aggressione è avvenuta, quasi nelle stesse ore ai danni del titolare di una farmacia, un uomo di 48 anni, derubato in via Sestri a Genova, dell’incasso che stava portando in banca, per un totale di 8.500 euro. Evidentemente il suo aggressore sapeva di agire a colpo sicuro. Secondo quanto ricostruito, un giovane, poi fuggito a bordo di uno scooter guidato da un complice, gli ha strappato dalle mani il sacchetto con all’interno l’incasso del giorno precedente. Malviventi in azione anche nello spezzino dove due piemontesi di 36 e 23 anni residenti rispettivamente in provincia di Torino e in provincia di Asti, sono stati arrestati dai carabinieri che li hanno colti in flagrante mentre forzavano la porta di ingresso di una casa a Beverino. Quando i militari hanno loro intimato l’alt, i due sono scappati a bordo di una Golf cercando di investire un maresciallo, che è riuscito a scansarsi riportando lievi lesioni, ma la loro corsa è terminata contro un palo della luce in seguito a una sbandata. Nella vettura, a cui era stata alterata la targa posteriore, sono stati trovati attrezzi da scasso e due ricetrasmittenti.