Tac tridimensionale

La Tomografia assiale computerizzata continua la sua evoluzione tecnologica. La tappa più recente di questo percorso è un apparecchio multistrato a 64 file che fornisce nitide immagini tridimensionali comparabili a quelle ottenute con tecniche invasive come la coronarografia. I cardiologi giudicano questa Tac multistrato fondamentale nelle patologie cardiovascolari. La nuova apparecchiatura, infatti, consente una precisa quantificazione degli accumuli di calcio depositati sulle placche aterosclerotiche e di valutare l’azione degli stent introdotti nelle arterie coronarie. Questa Tac, tra le prime in Italia, è in funzione a Milano alla Casa di cura La Madonnina, del Gruppo ospedaliero San Donato.
Il simposio «Coronarografia non invasiva» che si svolge oggi a Milano (Hotel Rosa) sotto la presidenza dei professori Ugo Ruberti e Plinio Rossi, intende approfondire il valore diagnostico della nuova Tac. Tra i relatori alcuni grandi nomi della cardiologia e della radiologia, illustreranno i risultati ottenuti.