Taggia e Pieve tornano alle urne

Appena chiuse le urne si pensa già al voto che verrà. E che verrà anche presto. Puntuali, anche la prossima primavera ci saranno nuove elezioni per molti Comuni liguri. E tra questi anche due che non pensavano di tornare ai seggi tanto presto. Si tratta dei Comuni di Taggia e di Pieve Ligure, in situazioni diverse anche per quanto riguarda le cause del voto anticipato. A Pieve infatti non ci sono stati sconvolgimenti improvvisi della scena politica a far indire nuovamente i comizi per la primavera del 2007, ma i cittadini dovranno scegliere un nuovo sindaco dopo che è morto quello in carica, Valter Bozzi.
Assai diverso è il caso di Taggia, dove a mandare a casa l’amministrazione comunale sono stati i magistrati, che hanno arrestato il sindaco Lorenzo Barla (attualmente ai «domiciliari») nell’ambito di un’inchiesta su corruzione e concussione. Al momento a mandare avanti il Comune sarà un commissario straordinario che svolgerà l’ordinaria amministrazione in attesa che, tra marzo e giugno, i cittadini eleggano un nuovo sindaco. La nomina del commissario prefettizio avviene entro 20 giorni dal giorno delle dimissioni del sindaco in carica.