Tagli, Pericu dichiara guerra a Prodi

È guerra totale a sinistra, senza esclusione di colpi: Giuseppe Pericu contro Romano Prodi, giunta e maggioranza di Tursi contro Palazzo Chigi. Motivo, i tagli della legge Finanziaria che - tuona il sindaco, mettendo anche la sua rivolta per iscritto -, se saranno confermati nella misura annunciata, provocheranno il ridimensionamento drastico dei servizi sociali finora garantiti dal Comune e di una serie infinita di interventi messi a bilancio e diventati improvvisamente a rischio, se non addirittura improponibili. Pericu va decisamente all’attacco, meglio tardi che mai: «Non vorrei - scrive - che il governo Prodi ripercorresse le strade perverse seguite in questi anni dalla maggioranza di centrodestra nel decidere tagli ai Comuni senza affrontare la dimensione reale dei problemi delle città, pur nella logica di rigore finanziario». La dura presa di posizione è in linea con le posizioni dell'Anci, l’associazione dei Comuni d’Italia, e del suo presidente (...)