Taglia i costi delle chiamate dall’estero

da Milano

Vodafone ha annunciato un taglio del 40% sui costi di roaming in Europa a partire dal prossimo anno, in risposta alle pressioni esercitate dalla Commissione europea su tutti gli operatori di telefonia mobile. A partire dall’aprile del 2007, ha detto la società, il costo medio delle chiamate in Europa per gli utenti Vodafone passerà dagli attuali oltre 89 centesimi al minuto a 55 centesimi. Nel frattempo T-Mobile UK, divisione britannica della tedesca Deutsche Telekom, ha a sua volta annunciato un calo del 45% sulle tariffe delle telefonate in Europa, che a partire dal prossimo mese saranno pari a 81 centesimi al minuto. Entrambi gli annunci sono arrivati circa un mese e mezzo dopo che la Commissione europea aveva riferito che si apprestava a spingere gli operatori di tlc mobile Ue a cancellare i costi aggiuntivi per le chiamate effettuate in roaming in Europa. «La Commissione e il Parlamento europeo hanno messo in chiaro che si attendevano di vedere cambiamenti - ha spiegato l’amministratore delegato di Vodafone Arun Sarin - ma non c’è dubbio che anche i clienti vogliono semplicità e un buon rapporto tra prezzo e qualità quando vanno all’estero. Questo è ciò che già offre Vodafone Passport, un servizio lanciato l’anno scorso che consente ai clienti di usufruire delle tariffe nazionali all’estero con una piccola maggiorazione per ogni chiamata. Passport significa, per oltre sei milioni di clienti Vodafone, un risparmio di almeno il 30%».