Taglia l’edera finisce in manette

Zic e zac, quattro colpi di forbici bene assestati, e l’edera del giardino è tornata a livelli decisamente accettabili. Quello che si dice: un bel lavoro. Solo che l’autore, anzi l’autrice della tosatura, un’arzilla ottantenne della Spezia, non aveva previsto la reazione delll’ignaro vicino, proprietario del rampicante. Che, invece di ringraziarla, ha chiamato la polizia e poi si è rivolto al giudice, con una denuncia circostanziata. L’anziana dovrà rispondere di taglio abusivo e minacce. Col forbicione, ruotato minacciosamente all’indirizzo dell’«ingrato».