Tagliandi a raffica: raggiunta quota 18.423

A centinaia sono arrivati anche ieri i tagliandi per Pernigotti (altri 205!), ma si misurano comunque sempre a parecchie decine i consensi per Scandroglio, Cattaneo e Cherchi, nel gioco-sondaggio del Giornale per il miglior candidato alla presidenza della Provincia. Intanto Andrea Cambiaso fa recapitare in redazione suoi tagliandi personali «raccolti ad uno ad uno e in date differenti (a prova di malelingue), quale testimonianza della stima per Massimo Pernigotti», che il commercialista votatissimo dai nostri lettori definisce «un po’ ruvido, di carattere talvolta suscettibile, ma con doti che mancano ai politici più navigati e blasonati di lui. Spero - aggiunge Cambiaso nella lettera di accompagnamento - che la sua figura e il suo profilo vengano ulteriormente valorizzati negli anni a venire e nelle future elezioni perché il centro destra no può che premiare un consigliere preparato e sempre disponibile per la gente». Dal canto suo, Carlo Brockhaus, in un messaggio alla redazione, sottolinea l’apprezzamento per la lettura quotidiana del Giornale, «e in particolare per la sua edizione genovese, sempre molto equilibrata e animata da autentico spirito democratico, aperta alla voce di tutti, anche di coloro che dissentono dalla sua linea. A differenza di coloro che si dichiarano “democratici“ - aggiunge Brockhaus - e seguono la prevalente pratica dell’insulto. Esprimo poi la mia sorpresa per la citazione “Nemmeno la neve ha fermato i sostenitori dell’avvocato Casazza“ che stimo per il suo apprezzabile impegno e per la coerenza sempre dimostrata. Sono a testimoniare che l’affermazione circa la esclusiva provenienza delle “preferenze“ risulta sinistramente falsa: ho personalmente inviato - conclude Brockhaus - , tagliandini miei e di parecchie altre persone, dal genovese come dal levante ligure. L’avvocato Casazza non sarebbe “sostenuta“ dalla sparuta comunità torrigliese, ma conosciuta e apprezzata in Provincia, oltre naturalmente a Genova».