Come tagliare oltre 1 milione di tonnellate di CO2

A novembre, in Italia, le vendite di furgoni hanno subito una forte contrazione, causata dalla crisi dilagante nel settore delle quattro ruote. Le consegne ammontano a poco più di 16.600 unità, risultato che si porta sui livelli di 10 anni fa. È quanto ricorda l’Anfia, precisando che la flessione registrata rispetto al novembre 2007 è del 31,8%, «dunque ancora più marcata rispetto a quella del mese precedente (-20,2%)». Il bilancio da inizio anno sfiora le 211.300 consegne, con una contrazione del 7% sui volumi dello stesso periodo del 2007, precisa la nota, «aggravando il saldo negativo di fine ottobre (-4%). Il forte rallentamento della domanda si spiega, in buona parte, con il notevole calo di fiducia degli operatori economici». Se a dicembre il calo delle consegne si manterrà sugli stessi livelli di novembre, si stima una chiusura d’anno attorno alle 229.000 unità (-9% rispetto al 2007).
Di fronte a questo pesante rallentamento, l’Anfia «ribadisce l’opportunità di interventi economici volti a sostenere gli investimenti e riafferma la già avanzata proposta di reintrodurre la cosiddetta «Legge Tremonti» sulla detassazione del reddito di impresa reinvestito in beni strumentali e in formazione; una sorta di «Tremonti-ter» con un’articolazione su più anni, che non troverebbe controindicazioni a livello europeo e avrebbe il merito di far ripartire l’economia premiando la fiducia degli imprenditori a investire maggiormente». Per quanto riguarda le marche italiane, le consegne nel mese sono state poco meno di 9.200, con una flessione del 31,3% rispetto al novembre 2007. Confermata la leadership, con una quota di mercato pari al 54,9% (contro 54,5% dello scorso anno). Il risultato di Fiat Professional nei primi 11 mesi dell’anno (oltre 91.500 consegne) porta a un ulteriore miglioramento della quota di mercato di quasi un punto (43,3% contro 42,4%), merito, in gran parte, della buona performance del Nuovo Fiorino. Iveco, presente solo nella fascia di gamma alta (che rappresenta circa il 40% del mercato totale e sta subendo una contrazione più marcata rispetto ad altri segmenti), registra nel solo mese una flessione del 41,7% (-14,7% da inizio anno). Tra le altre marche, Ford ha il 6,3% con 1.047 consegne, Peugeot il 5,4% (907 veicoli) e Renault il 4,9% con 811 vendite.
Interessante la performance di Piaggio Veicoli Commerciali, che vede crescere i propri volumi del 14,2% nel mese, soprattutto grazie all’impatto positivo della gamma ecologica, che ha visto, proprio a novembre, la presentazione sul mercato del nuovo Porter Maxxi Eco-power.
Più del 50% delle consegne della casa di Pontedera a novembre sono state realizzate con Porter Eco-solution e con il nuovo Porter Maxxi Eco-solution, dotati di motorizzazioni Eco-power bi-fuel gpl e benzina, ideali per l’impiego urbano e cittadino.