Tagliati 40 milioni, impiegati in piazza

Roma. Anche i dipendenti del ministero degli Esteri scendono in piazza contro la Finanziaria. «Nel momento in cui l’Italia viene eletta per il biennio 2007-2009 al Consiglio di sicurezza dell’Onu - scrivono i dipendenti della Farnesina - il governo italiano ha pensato bene di tagliare 40 milioni di euro ai fondi del servizio estero». Così, denuncia il Sndmae, i nostri rappresentanti nelle 186 capitali dei Paesi che ci hanno votato all’Onu saranno costretti a ridurre le loro attività, compromettendo gli impegni presi ed i risultati raggiunti e raggiungibili». I dipendenti hanno annunciato uno sciopero il 9 novembre, all’insegna dello slogan No al taglio ignorante