«Taglio le consulenze e anche il mio stipendio»

Un vertice con la maggioranza guidato dal sindaco Letizia Moratti per dare un segnale ai cittadini riducendo i costi della politica e della macchina amministrativa. Cominciando da se stessa, «tagliandosi» cioè lo stipendio al livello di un semplice assessore. Ma non solo. Sul tavolo della discussione c’è anche la riduzione del numero dei consiglieri di zona, il taglio di contributi ad enti considerati inutili, la riduzione del parco auto in dotazione del Comune e una maggiore efficienza nei costi e nelle spese delle aziende controllate. Si è costituito un gruppo di lavoro, composto dai capigruppo delle forze della Cdl, incaricato di elaborare una proposta che dovrà poi essere portata all’attenzione della Giunta e approvata, probabilmente venerdì prossimo.