Taglio dell'Ici, Margherita contro Prodi: "Non può alzare le spalle"

Roma - La maggioranza torna a dividersi sulle tasse, in particolare sull'Ici, e arriva un nuovo avvertimento a Prodi, accusato di cavarsela sulla questione con una alzata di spalle. Che non piace a Rutelli e alla Margherita (tutta?). Così il nuovo strappo «Il presidente del Consiglio non vuole più tornare sull’argomento. È un peccato, perchè invece la discussione merita di essere approfondita. È evidente che il modo col quale Prodi qualche giorno fa liquidò il tema "riduzione Ici" non è soddisfacente». È quanto si legge su Europa che bolla come «non plausibile» l’ipotesi di intervenire sull’imposta sulla casa solo dopo la revisione del catasto, cioè dopo il 2010.
Sarebbe «meglio dire che non si vuole toccare niente e basta». «C’è però - rileva il quotidiano vicino alla Margherita - una maggioranza che in Parlamento si è espressa per un intervento il "più rapido possibile" e ignorarla non si può». «C’è da discutere» e la questione «lo merita».
«Troppo ovvio proporre una relazione diretta con il Family day. Diciamo solo - insiste Europa - che la coalizione che si propone come garante di coesione e sicurezza sociale tutto potrà fare sulle tasse sulla casa, meno che alzare le spalle».